Sponsored
Sponsored

Congresso Europeo Ascensori 2014

Sponsored
I delegati

I documenti accademici esaminano un settore in continua evoluzione, servono come promemoria per essere preparati.

Poiché la ristrutturazione della Technische Akademie Heilbronn (TAH) era in corso, l'Heilbronn European Lift Congress 2014 si è tenuto presso il Maritim Hotel di Stoccarda, in Germania, dal 7 all'8 ottobre. Hanno partecipato più di 120 delegati, provenienti da tutta Europa. Questo è stato il sesto congresso, un evento "aperto a tutti" con un enorme potenziale per approfondire la conoscenza del sistema di ascensori e scale mobili, progettazione dei componenti e tecnologie correlate. L'evento ha anche fornito una grande opportunità per considerare gli sviluppi del codice e migliorare la consapevolezza degli standard correlati.

L'evento si svolge sotto l'egida di TAH, quindi ha sempre avuto un elemento accademico. Gli organizzatori assicurano costantemente una buona gamma di documenti, quindi chiunque sia interessato al mondo del trasporto verticale può contare su presentazioni pertinenti. Anche una visita a uno stabilimento industriale/tecnologico è stata una parte tradizionale del congresso, offrendo ai delegati l'opportunità di vedere cosa stanno facendo altre industrie e settori. Quest'anno è stato presso la struttura di prova presso l'Università di Stoccarda, adiacente al Maritim Hotel. Questo si è rivelato molto istruttivo e i delegati si sono divertiti a essere mostrati nell'imponente sala prove.

Ci sono state 16 presentazioni alla conferenza principale. Le aree coperte includevano nuove normative, sostenibilità e innovazione tecnica. I documenti sono stati presentati da professionisti esperti nel settore degli ascensori, inclusi funzionari dell'associazione, professori universitari e ingegneri senior di ricerca e sviluppo.

Day One

Philippe Lamalle, presidente della European Lift Association (ELA), ha aperto il congresso con una presentazione stimolante, "Ascensori per il futuro dell'Europa". In esso, sono state fatte previsioni sull'invecchiamento e la crescita della popolazione europea. Le proiezioni suggeriscono che la maggioranza della popolazione vivrà in aree urbane e oltre il 30% avrà più di 60 anni entro il 2050. Questa situazione creerebbe molte sfide per l'industria degli ascensori e delle scale mobili.

Lamalle ha spiegato la portata di ELA e come raccoglie dati e statistiche sull'uso e la sicurezza degli impianti in tutta Europa. Ha riaffermato gli argomenti introdotti al Congresso ELA 2013 ad Amsterdam, Paesi Bassi, dove la frase "L'ascensore nel cuore dell'edificio" è stata utilizzata come titolo del discorso di apertura. In chiusura, Lamalle ha sottolineato l'importanza della Road Map 2014-17, che definisce la visione e la portata dell'ELA in quegli anni.

Veronique Spreadbury ha quindi preso in considerazione la responsabilità del prodotto e la tracciabilità secondo la nuova Direttiva Ascensori. Ha sottolineato che la direttiva originale è stata avviata 20 anni fa, quindi era significativo che fosse necessaria una rifusione per riflettere lo sviluppo del prodotto e allineare le modifiche al nuovo quadro legislativo. Ascoltando la presentazione, è stato chiaro che c'è ancora molto lavoro da fare su ciò che le aziende devono disporre entro l'inizio del 2016. Le aziende dovranno lavorare in modo produttivo con la Commissione europea (CE) per garantire i pertinenti sistemi di segnalazione/sorveglianza esistenti e la nuova infrastruttura richiesta è a posto e funzionante.

La dott.ssa Ana Maria Lorente-Lafuente ha quindi offerto una presentazione molto istruttiva sulla prestazione energetica degli ascensori secondo la norma ISO 25745-2. Lorente-Lafuente ha considerato il lavoro svolto dalla task force e ha spiegato perché lo standard si presenta come oggi. Nelle sue osservazioni conclusive, ha osservato:

“Le simulazioni condotte per lo sviluppo della norma hanno evidenziato la necessità di considerare le caratteristiche dell'edificio in cui verrà installato un ascensore per ottenere i principali parametri utilizzati nelle equazioni. Se le caratteristiche della popolazione dell'edificio sono note (tipo di edificio, occupazione per piano, schema di traffico, ecc.), si consiglia di utilizzare i dati di misurazioni o strumenti di simulazione per una previsione più accurata dell'energia che verrà consumata dall'impianto , ma dove ciò non è possibile, la ISO 25745-2 fornisce un metodo facile da usare ma equo, comune e accurato per confrontare i prodotti, con un livello di incertezza molto ragionevole, considerando la complessità del problema.

La presentazione di Nikolay Minkov ha preso in considerazione il metodo di valutazione del ciclo di vita, le dichiarazioni ambientali di tipo III sviluppate secondo la norma ISO 14025 per fornire informazioni trasparenti e quantitative sull'impatto ambientale di un prodotto. I partecipanti sono stati informati che l'industria degli ascensori ha iniziato l'elaborazione di tali regole di categoria di prodotto (PCR) per gli ascensori nel maggio 2013. 

Per riassumere questa presentazione, è stato affermato che:

“Sviluppare PCR applicabili a livello globale è un compito estremamente impegnativo. Tuttavia, l'industria degli ascensori ha intrapreso una transizione lunga, ma pratica e fruttuosa, abbandonando le pratiche sleali del green-washing passando a un approccio equo e trasparente alla comunicazione degli impatti ambientali dei propri prodotti. Il processo di sviluppo della PCR ha già messo sul tavolo una serie di rappresentanti del settore: produttori di ascensori, produttori di componenti, accademici e consulenti. La preparazione delle PCR per gli ascensori è uno sforzo cruciale e che richiede tempo. La necessità di estendere l'attuale processo di sviluppo è chiara e, una volta concordate [su] regole eque e attuate equamente da tutti, sarà vantaggioso per la società e l'ambiente”.

Dirk Preissi ha spiegato le sessioni di opposizione alla nuova EN 81-72, che è stata pubblicata nel febbraio 2014, quindi è prevista una nuova versione a breve. C'erano molte modifiche previste per la versione 2003, tra cui:

  • Trattative tra il proprietario, il cliente, i progettisti edili, le autorità antincendio e gli installatori in merito alla pianificazione dettagliata
  • Requisiti dell'ambiente e dell'edificio, compresa la gestione dell'acqua, l'alimentazione elettrica e il controllo del fumo
  • Requisiti fondamentali degli ascensori per vigili del fuoco, come la protezione delle apparecchiature elettriche dall'acqua, il salvataggio dei vigili del fuoco intrappolati negli ascensori e la manutenzione dei sistemi di controllo

Ashiqur Rahman ha introdotto il guardiano del piano (FW) come un nuovo concetto per l'evacuazione degli occupanti degli edifici utilizzando gli ascensori. In sostanza, si tratta di un guardiano di piano che controlla un ascensore dal pianerottolo che deve essere evacuato. Ovviamente, ciò richiede un sistema interfono sicuro e completamente integrato, in modo che il FW possa sempre sentire cosa sta succedendo in cabina. "Speriamo che questo concetto aiuti a portare avanti la discussione sull'applicazione degli ascensori in caso di emergenza", ha affermato Rahman. "Alla fine, portare gli occupanti fuori da un edificio in sicurezza è l'obiettivo a cui l'industria degli ascensori dovrebbe mirare".

Petteri Valjus ha fornito una semplice panoramica di KONE UltraRopeTM, illustrata da una serie di installazioni UltraRope. Ha spiegato che per il materiale è stata scelta la fibra di carbonio, poiché è ben compreso e disponibile, mentre lo sviluppo pratico dei nanomateriali è ancora troppo lontano per essere commercialmente redditizio.

Sven Winter ha introdotto il tema della ricerca sulle funi presso l'Istituto di movimentazione meccanica e logistica dell'Università di Stoccarda. Winter ha mostrato ai delegati procedure di prova distruttive su fune fino a 2500 kN e prove di carico dinamico e fatica a flessione fino a 500 kN di forza della fune. A seguito di questi test distruttivi, Winter ha continuato a illustrare i test non distruttivi sulle funi, che sono stati molto istruttivi. Il team ha dimostrato l'uso dell'ispezione magnetica e le apparecchiature portatili utilizzate per ispezionare e valutare la grande fune d'acciaio utilizzata su ponti, funivie, gru e ascensori.

L'ultima parte del paper riguardava la ricerca e sviluppo di un nuovo sensore di rotazione della fune. Utilizzando un sensore di accelerazione 3D, la rotazione della fune può essere misurata durante il funzionamento in qualsiasi sezione della fune. I risultati sono relativi agli elementi di supporto e alle caratteristiche dell'installazione successiva. Per la prima volta sarà possibile misurare la qualità dell'allineamento e determinare i fattori combinati che causano dannose rotazioni della fune. I partecipanti sono stati quindi invitati a visitare il laboratorio di prova a pochi passi di distanza e tutti hanno accettato con gratitudine l'opportunità.

Secondo giorno

Il Dr. Stefan Kaczmarczyk ha iniziato le presentazioni con un argomento molto importante, "La previsione e l'analisi del comportamento dinamico e delle vibrazioni dei sistemi di sollevamento". Questo documento ha dimostrato un approccio generale per modellare il comportamento dinamico delle tipiche installazioni di ascensori. Successivamente, sono state spiegate le tecniche di modellazione e simulazione delle vibrazioni per la previsione delle loro risposte dinamiche e sono state mostrate strategie che possono ridurre al minimo gli effetti negativi. Come i lettori possono immaginare, la presentazione di Kaczmarczyk è stata molto ben strutturata e presentata, rendendola accessibile al pubblico, indipendentemente dalla comprensione della matematica e dei calcoli.

Il Dr. Etienne Nitidem ha quindi presentato il suo documento, che era ben inserito nel programma, poiché Kaczmarczyk aveva fornito ai delegati una comprensione dell'argomento. L'articolo di Nitidem era "Modellazione e simulazione del comportamento dinamico dei sistemi di sollevamento con imbracature per auto a sbalzo". Questo è stato un documento molto pratico e ha presentato metodologie e un esempio di come combinare i vantaggi di un design a sbalzo per auto con l'efficienza e le prestazioni di un sistema di guida intelligente. Nitidem è stato in grado di mostrare perché l'azionamento elettrico è una delle fonti di eccitazione più importanti e come l'isolamento dalle vibrazioni può essere realizzato in modo attivo e passivo.

L'articolo di Peter Herkel è stato presentato per la prima volta a Elevcon Paris 2014 (ELEVATOR WORLD, ottobre 2014). Il documento, "Analisi del sistema e metodologie di architettura per guidare sistemi elettrici innovativi", è stato pubblicato in Elevator Technology 20, Proceedings of Elevcon 2014 dell'International Association of Elevator Engineers (IAEE). La conclusione di Herkel riassume bene:

“Grazie all'uso corretto delle metodologie di analisi e architettura del sistema, è possibile ottenere una progettazione di sistemi elettrici innovativi che soddisfi e superi le aspettative dei clienti. In base alle sfide da affrontare, spesso sono necessarie soluzioni fondamentalmente diverse. Questo è stato dimostrato in diversi casi di studio, che vanno dal super grattacielo; [sistemi] bassi e senza locale macchina; e ascensori a batteria. Continuando a utilizzare queste analisi e metodologie di architettura, i requisiti futuri, i vincoli e le esigenze dei clienti continueranno a essere affrontati con successo".

Carl van den Einden ha presentato un'interessante panoramica sugli ascensori di servizio nelle turbine eoliche. Dalla presentazione è emerso chiaramente che l'altezza e la dinamica di queste strutture rendono gli ascensori indispensabili per l'accesso e la manutenzione. La natura delle strutture rende i requisiti di progettazione e di codice molto rigorosi, con molti elementi da tenere in considerazione. È difficile sapere dove dovrebbe essere collocato questo tipo di attrezzatura di servizio. Tuttavia, i membri del TC 10 hanno deciso che lo standard per questo tipo di ascensore di servizio dovesse far parte della famiglia di ascensori EN 81.

van den Einden ha dichiarato che le parti interessate hanno richiesto uno standard armonizzato per questi tipi di ascensori. Ciò è stato accettato dalla CE ed è stato conferito un mandato al Comitato europeo di normalizzazione (CEN). È stato formato un gruppo di lavoro all'interno del CEN per sviluppare la norma, che sarà la EN 81-44. Questo documento è stato anche presentato per la prima volta a Elevcon Paris 2014 e pubblicato nel suddetto libro di articoli.

Esfandiar Gharibaan, Ian Jones, Gerhard Schiffner e Ari Kattainen hanno tenuto un'importante presentazione intitolata "Codici, norme e principi della EN 81-20/50". Hanno trattato, in modo approfondito, il background del documento e come quello relativo alle apparecchiature meccaniche ed elettriche utilizzate e progettate dal settore degli ascensori. L'abstract di questa sessione riassume bene questa presentazione:

“Le nuove EN 81-20 e EN 81-50, che sostituiranno le precedenti parti di base della EN 81-1 e della EN 81-2, avranno un impatto essenziale sui produttori di ascensori e componenti a causa dell'enorme sforzo necessario per applicare la numerose modifiche ai loro prodotti. Questo rapporto ha lo scopo di informare tutte le parti interessate sul contenuto finale dei nuovi standard e sull'ulteriore roadmap per la loro applicazione. Vengono forniti dettagli per spiegare le differenze rispetto alle versioni precedenti e le conseguenze per componenti e sistemi”.

Le presentazioni individuali sono state seguite da una sessione di panel durante la quale i delegati hanno potuto porre domande agli esperti del CEN/TC 10 per aiutare ad affrontare le preoccupazioni individuali. Tutti sono stati incoraggiati a studiare i documenti presentati nel libro insieme a qualsiasi altro consiglio e commento disponibile dalle associazioni nazionali e dagli organismi correlati.

Georg Clauss ha chiuso l'evento ringraziando i relatori ei delegati e, in particolare, i sostenitori – associazioni, stampa di settore e tutti coloro che hanno dedicato del tempo alla loro fitta agenda per partecipare. Questo concluse il congresso e i delegati partirono per home avendo imparato molto sull'arte e la scienza di spostare le persone attraverso lo spazio architettonico. Tuttavia, si sono anche resi conto che c'è un'enorme quantità di lavoro da fare per garantire che i nuovi codici e standard siano in vigore e compresi.

Tag correlati
Sponsored
Sponsored

Mondo Ascensore | Copertina gennaio 2015

flipbook

Sponsored

Mondo Ascensore | Copertina gennaio 2015

flipbook

Sponsored