Sponsored
Sponsored

MADE Expo 2013

Sponsored

La fiera biennale di Milano, Italia, per la progettazione architettonica ha incluso una piccola ma buona sezione trasversale del settore degli ascensori.

Il complesso fieristico di Fiera Milano a Rho, alla periferia di Milano, Italia, è home dell'Expo MADE (Milano Architecttura Design Edilizia). Un'area adiacente è anche la sede della prossima EXPO mondiale, prevista per il 2015, quindi l'intera area è destinata a diventare un punto di riferimento conosciuto in tutto il mondo. Il MADE del 2013, che si è svolto dal 2 al 5 ottobre, è stato un'esposizione di riferimento, poiché i suoi organizzatori hanno espresso il loro impegno a continuare lo sviluppo dell'evento per realizzare un'esposizione internazionale di architettura davvero significativa.

MADE consisteva in sei sezioni: "Industria edile", "Intelaiatura/porte e finestre", "Interni e finiture", "Energia e impianti" (inclusi "Ascensori e scale mobili"), "Software e hardware" e "Città e paesaggio .” Le aziende ei fornitori di ascensori e scale mobili sono stati raggruppati quasi come una sottosezione nell'angolo del padiglione 6 e hanno beneficiato di un buon posizionamento e della luce naturale. È importante sottolineare che gli stand potevano essere visti dalla passerella centrale, che ancora una volta ha offerto al visitatore un'area di destinazione visiva a cui mirare se voleva saperne di più sul settore.

In questa sottosezione, c'era una piccola ma buona sezione trasversale dell'industria degli ascensori, tra cui due delle major e molti indipendenti. Erano presenti anche le principali associazioni di settore e riviste di settore, quindi i visitatori hanno avuto una grande opportunità per saperne di più sulla struttura del settore, sui prodotti e sui nuovi requisiti del codice europeo (ELEVATOR WORLD, ottobre 2013).

A supporto del materiale presso gli stand del padiglione espositivo, AssoAscensori e ANIE (Federazione Italiana Imprese Elettrotecniche ed Elettroniche) hanno tenuto il 4 ottobre un incontro stampa e informazione presso il principale centro servizi per evidenziare i requisiti della Normativa Europea, in fase di completamento e avrà enormi implicazioni sia per i proprietari di edifici che per le società di ascensori. In questo incontro, intitolato Sali o Scendi (Su e Giù), Silvia Migliavacca, segretario generale dell'ANIE, ha presentato la nuova iniziativa per la sicurezza, comprensiva di un sito web (www.salioscendi.it) che illustra il motivo per cui è stata avviata l'iniziativa e la tabella di marcia per la sua futura attuazione.

“Ascensori e scale mobili” ha presentato prodotti particolarmente rilevanti per il mercato italiano, dominato da sviluppi medio-bassi. Attualmente, la parte più attiva del mercato in Italia è il settore della modernizzazione, dove si stima che necessitino del processo 150,000 ascensori. Sia KONE che Schindler disponevano di prodotti mirati a questo settore ei sistemi KONE MySpace® e Schindler 3300 hanno attirato l'attenzione. Del settore indipendente, Daldoss, GMV, Liftmaterials, IGV, ILC, MIA e Paravia erano tutti a disposizione per dare ai visitatori consigli e informazioni sui loro prodotti. Ciò includeva il famoso DomusLift®, ora intrigantemente accentato con elementi Swarovski. Daldoss Elevetronic ha esposto due nuovi prodotti, il nuovo montavivande MicroLift e la piattaforma elevatrice LevelMatic, pensati principalmente per uso residenziale. C'erano alcuni importanti produttori di componenti con stand, tra cui Sematic e CEA, ma come i lettori potrebbero aspettarsi, la maggior parte si stava preparando per la fiera internazionale dei componenti per ascensori, Interlift, che è iniziata solo 10 giorni dopo.

MADE è un evento biennale e si scontrerà sempre con Interlift. Tuttavia, le due mostre riguardano diverse sezioni del settore edile, con Interlift che mostra principalmente componenti per l'industria degli ascensori e MADE incentrato sullo sviluppo architettonico e del progetto, dove i sistemi e le soluzioni di ascensori completi saranno l'interesse principale per i progettisti e gli utenti finali.

La quantità di informazioni, workshop e dimostrazioni è stata enorme e sarebbe stato nell'interesse dei visitatori fare una grande quantità di preparazione prima di partecipare all'expo. A mie spese ho cercato di essere in tre posti contemporaneamente. Certamente non è facile vedere tutto quello che vuoi, e i visitatori hanno davvero bisogno di dare la priorità all'inizio della giornata. Con una così ampia selezione di conferenze stampa, presentazioni di prodotti e opportunità di networking, la necessità di buoni rapporti con l'organizzazione è fondamentale. Posso certamente dire che MADE International Communications ha fatto tutto il possibile in questo senso, ma man mano che l'expo diventa ancora più grande e diversificato, tale cooperazione diventerà ancora più importante.

L'impollinazione incrociata di idee e tecniche è una parte importante di queste grandi esposizioni e MADE lo ha facilitato. C'erano una serie di progetti congiunti tra diverse istituzioni, ad esempio università e produttori, artisti/designer e sviluppatori. In effetti, questi progetti hanno agito come un grande allettamento per i visitatori e hanno assicurato ricordi duraturi. Oltre ai display visivamente memorabili mostrati nelle nostre foto, numerose voci del concorso di design hanno nuovamente creato un focus per i visitatori. Instant House, ad esempio, è un concorso promosso da Federlegno Arredo e dal Dipartimento di Architettura e Studi Urbani del Politecnico di Milano per MADE. Questo concorso invita i giovani designer di tutto il mondo a trovare nuovi approcci agli stili di vita della città e all'interazione sociale odierni.

In sostanza, i quattro giorni del MADE expo sono stati una grande dimostrazione del “come e cosa fare”, che è molto importante in ogni grande sviluppo oggi, dove la flessibilità è un requisito fondamentale. La maggior parte dei progetti importanti deve soddisfare i requisiti fondamentali, ma questi possono spesso cambiare durante la gestazione di uno sviluppo, quindi i professionisti devono comprendere le implicazioni di eventuali modifiche. Quindi, l'opportunità di vedere l'abilità richiesta, gli strumenti necessari e come viene applicata la conoscenza accademica è molto importante, e mostre come questa danno ad altri professionisti la possibilità di vedere e imparare cosa stanno facendo gli altri.

“Vogliamo un Paese normale” proclamava il discorso di apertura di Giorgio Squinzi, ribadito ancora una volta da Giovanni De Ponti, amministratore delegato di MADE, nel suo pensiero conclusivo. Ma cos'è un "paese normale"? Questa è una grande domanda e, probabilmente, senza risposta. Ma, mentre guerre e catastrofi naturali stanno distruggendo città ed edifici, rimane un grande bisogno di vaste opere di ricostruzione, che diano opportunità alle professioni edili e architettoniche di mostrare il loro valore. Quindi, fiere come MADE diventeranno sempre più importanti nel mostrare le competenze e le conoscenze internazionali richieste per queste discipline.

Tag correlati
Sponsored
Sponsored

Mondo Ascensore | Dicembre 2013 Copertina

flipbook

Sponsored

Mondo Ascensore | Dicembre 2013 Copertina

flipbook

Sponsored