Sponsored
Sponsored

Rimanere in contatto

Sponsored
La famiglia Ginot si gode le vacanze sulla bellissima isola di Minorca. (lr) figlia Laura; moglie, Maria del Mar; Ginot; figlie, Maria Del Mar e Inés; e figli, Fran e Miguel.

Francisco Ginot, CEO della società di comunicazioni di emergenza per ascensori MERak, rimane affascinato dal mondo frenetico della tecnologia.

Da bambino che cresceva sulla costa di Mataró, in Spagna, Francisco Ginot amava giocare con le luci e l'elettronica in famiglia home per creare diversi effetti di luce. Mentre giocherellava con una spina da 220 V e una presa a muro, a volte le cose andavano male, causando una scatola dei fusibili rotta, oscurità temporanea e genitori infastiditi. Sebbene non si sognerebbe mai di permettere ai propri figli di giocare in questo modo, Ginot crede che il suo primo fascino per la luce e l'elettricità sia stato un presagio del suo futuro, che includeva anche il lavoro come ingegnere per aziende sia di microelettronica che di radiocomunicazioni. come specialista di radiocomunicazioni per i Giochi olimpici estivi del 1992 a Barcellona. "Penso che l'elettronica come vocazione fosse nella mia genetica", dice. Oggi è CEO e proprietario del fornitore di comunicazioni di emergenza per ascensori MERak Telecom & Systems SL, con sede a Barcellona.

Ginot ha posto le basi per la sua carriera con una solida formazione. Ha conseguito una laurea in ingegneria presso l'Università Politecnica della Catalogna a Barcellona, ​​integrandola con un diploma post-laurea in Economia aziendale presso la IESE Business School presso l'Università di Navarra nel Campus di Barcellona. Appena laureato, ha lavorato per diversi anni come ingegnere di prodotto per AT&T Microelectronics Spagna, quindi come ingegnere di radiofrequenza per un'azienda spagnola specializzata in progetti civili e militari.

Diventare un manager delle comunicazioni radio per i Giochi Olimpici è stata un'esperienza che ha fatto crescere la carriera. Ha lavorato sotto Jórdi Lopez Benasat, che descrive come un importante mentore. Ginot afferma: “E' una persona molto positiva che era abituata a gestire grandi progetti di telecomunicazioni per l'amministrazione della città di Barcellona. Mi ha insegnato alcune ottime capacità di gestione". Benasat avrebbe poi facilitato l'acquisto di MERak da parte di Ginot.

Nel 2002 Ginot diventa imprenditore, fondando la società di sviluppo software Data Trunk, che ora fornisce servizi di supporto a MERak. Dice che quando è entrato a far parte per la prima volta del settore degli ascensori, è rimasto sbalordito dalla sua grandezza. Più di un decennio dopo, rimane ispirato e sfidato dal settore, o meglio, da un paio di settori: trasporto verticale e tecnologia. Può essere un atto di equilibrio, ha detto, per riconciliare i due. Egli osserva:

“Ora viviamo in un mondo connesso e, naturalmente, gli ascensori stanno diventando un chiaro obiettivo dell'Internet of Things (IoT), l'interconnessione di dispositivi informatici incorporati identificabili in modo univoco all'interno dell'infrastruttura Internet esistente. In effetti, MERak è un'azienda di tecnologia dell'informazione e della comunicazione (ICT) con clienti non ICT. Abbiamo velocità diverse e, a volte, questo è un problema, soprattutto con clienti di piccole e medie dimensioni. La comunicazione implica concetti astratti in un mondo di meccanica. Inoltre, in passato, gli ascensori erano macchine isolate. Ora, in un mondo connesso, dobbiamo adottare standard per rendere possibile l'interoperabilità tra diversi fornitori per gestire in modo efficiente una flotta di migliaia di diverse marche di ascensori da remoto".

Il mondo in continua evoluzione della tecnologia non permette a Ginot di riposare sugli allori, e non avrebbe altro modo. Ama la sua professione e dice che gli piace essere presentato con un flusso costante di sfide.

Lo sviluppo di un sistema di segnalazione multifrequenza (DTMF) a doppio tono ottimizzato per la programmazione remota degli ascensori è una delle sfide che Ginot sta affrontando. Osserva che il segnale DTMF che l'industria utilizza ora è efficace con i telefoni fissi ma non riesce a trasmettere correttamente sulle reti cellulari. "Una grande sfida è sviluppare un rilevatore DTMF ottimizzato per le chiamate cellulari", afferma. “Questo sarà probabilmente raggiunto quando la tecnologia del protocollo Internet (IP) arriverà a tutti gli ascensori tramite reti via cavo o Long-Term Evolution.

Ginot è membro dell'Istituto degli Ingegneri Elettrici ed Elettronici e dell'Associazione Alumni IESE. Per lui è fondamentale partecipare a Interlift ad Augsburg, in Germania, ogni due anni, e anche quest'anno ha in programma di partecipare ad Asansör Istanbul in Turchia a marzo. Osserva che le fiere si sono evolute da professionisti del settore che vengono a conoscere la tecnologia più recente a più di un'opportunità di networking aziendale - un luogo per "incontrarsi faccia a faccia e concludere affari". Ritiene che oggi gli organizzatori di eventi dovrebbero fornire strumenti Internet aggiuntivi, come i social network impostati in anticipo per facilitare i preparativi dei partecipanti.

Un fermo sostenitore del duro lavoro come chiave del successo, Ginot trova anche il tempo per godersi la vita lontano dal lavoro. Lui e sua moglie hanno appena festeggiato il loro 25° anniversario di matrimonio e sono impegnati con le loro tre ragazze e due ragazzi, di età compresa tra 14 e 22 anni. L'ultimo libro che ha letto è stata la biografia di Steve Jobs di Walter Isaacson.

Quando ha tempo, Ginot fa volontariato presso la scuola dei bambini più piccoli. Gli piace anche andare in bicicletta, che ha ripreso dopo che anni passati a giocare a calcio hanno messo a dura prova le sue ginocchia. Quando è fisicamente in grado, si gode alcuni giorni di sci e la famiglia ha diversi luoghi di vacanza preferiti. “Ogni estate vado a Minorca (un'isola nel Mar delle Baleari tra Spagna e Italia), dove ho una barca e vado a vela con la mia famiglia e i miei amici in un paesaggio eccezionalmente bello, non sovraffollato”, afferma.

Senza alcuna intenzione di andare in pensione, Ginot dice che continua a imparare ed evolversi. Ripensando alla sua carriera fino ad ora, vorrebbe aver ascoltato di più e parlato di meno, poiché l'ascolto si traduce nell'apprendimento. Tra quelli del settore che considera un buon ascoltatore e un modello da seguire c'è Lars Gustafsson, fondatore della premiata compagnia svedese di telefonia per ascensori di emergenza SafeLine. "Condividiamo la passione per il nostro lavoro, che è l'ingegneria delle comunicazioni", afferma Ginot.

Mentre le aziende si sforzano di continuare a crescere in tempi difficili, Ginot vede un'opportunità. Intende essere un forte sostenitore dell'IoT in relazione al trasporto verticale. "Stiamo cercando di spingere il cambiamento per rendere possibile il concetto di ascensore online utilizzando l'IP e la tecnologia machine-to-machine", afferma. “Le grandi aziende hanno le risorse per implementare queste tecnologie, ma quelle di piccole e medie dimensioni, non tanto. Riteniamo che questa sia una buona opportunità di business, nonostante l'attuale recessione".

In futuro, MERak intende aiutare i clienti a ridurre le spese non essenziali e sviluppare nuovi prodotti a basso costo. "L'idea è di non diventare stagnanti aspettando", afferma. “Siamo noi che dobbiamo farlo accadere.”

Tag correlati
Sponsored
Sponsored

Editore associato di Elevator World

Mondo Ascensore | Copertina febbraio 2015

flipbook

Sponsored
Sponsored