Sponsored
Sponsored

The Future City – Uno studio sullo sviluppo urbano e le future esigenze di trasporto

Sponsored

L'importanza di combinare il trasporto orizzontale e verticale nelle città in crescita

di Elena Cortona e Frankie Schmid
Questo documento è stato presentato a Elevco N USA 2012, il Congresso Internazionale sulle Tecnologie di Trasporto Verticale e pubblicato per la prima volta nel libro IAEE Elevator Technology 19, a cura di A. Lustig. È una ristampa con il permesso dell'Associazione Internazionale degli Ingegneri degli Ascensori iaee (sito web: www.elevcon.com). Questo documento è una ristampa esatta e non è stato modificato da ELEVATOR WORLD.
Parole chiave: Città del futuro, analisi delle tendenze, mobilità urbana, trasporto verticale, edifici, gestione dei trasporti

Astratto

La seguente analisi di tendenza è stata compilata in collaborazione con università, investitori, general contractor e liberi professionisti. Il rapporto offre uno sguardo al futuro e cerca di spiegare i modelli di ruolo per le città future e i mezzi di trasporto. Poiché sono coinvolti molti aspetti e fattori influenti, abbiamo cercato di fondere, raggruppare e semplificare i grandi temi della mobilità urbana. Il focus principale è su varie tendenze relative alle persone e al loro comportamento, come la mobilità, le comunicazioni, l'energia e la gestione dell'approvvigionamento. Questo documento spiegherà come la crescita in altezza delle città influenzerà il settore degli ascensori e il modo in cui verranno trasportate persone e merci.

1. Tendenze globali

Il ventesimo secolo è stato caratterizzato da cambiamenti rapidi, notevoli e omogenei in tutto il mondo. All'inizio del secolo, la popolazione urbana mondiale rappresentava circa il 10% del totale ed è aumentata di venti volte fino a rappresentare il 60% della popolazione mondiale entro la fine del secolo. Come tendenza, l'urbanizzazione sta avendo impatti e influenze divergenti sulle nostre vite e sta cambiando la mobilità tra e all'interno delle città.

Sebbene possiamo vedere un'evoluzione demografica contraddittoria nei paesi in via di sviluppo e sviluppati, abbiamo anche una chiara tendenza verso la globalizzazione per la prima volta, con economie interdipendenti e democratizzazione finanziaria, sociale e dell'informazione.

In questa costellazione, gli aspetti ambientali e la sostenibilità giocano un ruolo chiave come controparti di prezzi molto alti per materie prime e commodities. Nuovi aspetti legati alla grande concentrazione di persone nello stesso luogo, dalla gestione delle merci e dei rifiuti fino alla necessità di sicurezza e personalizzazione, stanno cambiando il modo in cui le città sono costruite e come le persone si muovono al loro interno.

Nonostante le differenze geografiche, tutte le città crescono anche in altezza. Di conseguenza, per quanto riguarda la mobilità nell'ultimo secolo, abbiamo introdotto la componente verticale nelle modalità di trasporto di persone, merci e rifiuti. Anni fa, Schindler ha riconosciuto che la mobilità urbana nella città del futuro potrebbe essere riassunta come gestione del transito, come integrazione della mobilità orizzontale e verticale, combinata con la sicurezza e l'individualizzazione dei passeggeri.

Abbiamo proiettato i megatrend e i possibili sviluppi nel settore degli ascensori in un calendario globale negli anni a venire.

  • 2012 I nostri vestiti diventano intelligenti: etichette di lavaggio a controllo elettronico, sensore integrato con sistema GPS Primi edifici multiuso, super alti con una popolazione di oltre 30,000 in funzione
  • 2012 1 miliardo di persone utilizza video e TV online su Internet. I monitor saranno integrati in specchi, occhiali da sole e mobili
    • La gestione dei trasporti è introdotta in edifici grandi e alti. Le persone sono guidate attraverso l'edificio.
  • 2014 Aumenta il potere d'acquisto in Estremo Oriente. La classe media consumatrice della Cina è più grande della popolazione degli Stati Uniti
  • 2015 Sono disponibili auto a celle a combustibile alimentate a idrogeno Producono solo vapore come scarico
    • Il trasporto verticale e orizzontale è completamente integrato in grandi edifici a molti piani
  • 2016 L'urbanizzazione segna un nuovo record: 4 miliardi di persone ora vivono nelle città
  • 2017 Compaiono gli artisti virtuali: i computer più creativi generano la propria opera d'arte
  • 2018 L'intelligenza artificiale supporta la vita quotidiana: analizza le decisioni, è autodidatta e può identificare
    emozioni e stati d'animo
    • Gli ascensori riconoscono i passeggeri e la loro destinazione, non vengono fornite chiamate attive
  • 2019 Sulle strade vengono installati sistemi di guida e sorveglianza automatici
    • Il trasporto da, per e all'interno degli edifici è completamente integrato
  • 2020 Gli esseri umani iniziano relazioni con personalità automatizzate. Servono come partner, insegnanti, allenatori e amanti.
  • 2021 I motori Diesel e Otto sono superati: il 10% di tutte le auto è alimentato elettricamente
  • 2022 Scompaiono banconote e monete
  • 2023 Il mondo reale e quello virtuale si stanno fondendo. Le persone si muovono tramite avatar. Internet è 3D
  • 2024 Il PIL di città come Tokyo o New York è quasi simile al PIL del Canada
  • 2025 La NASA gestisce ora una base lunare permanentemente presidiata. Serve come stazione intermedia per il primo volo spaziale su Marte
    • Le capsule singole per il trasporto verticale e orizzontale sostituiscono gli ascensori tradizionali

2. I fattori che modellano la città futura

La crescita esponenziale della popolazione durante l'ultimo secolo è stata il principale motore dell'urbanizzazione e ha plasmato le città di oggi. Le città cambieranno e capire come ci aiuta a definire i prossimi passi nel trasporto, incluso il trasporto verticale. Abbiamo definito 7 fattori di influenza rilevanti come descritto di seguito.

2.1. Le persone e il loro comportamento

La tendenza a lavorare a home raddoppierà nei prossimi anni, il che cambierà le distanze e i modelli di trasporto, gli spazi utilizzati quotidianamente e questo, a sua volta, porterà ad un aumento della comunicazione digitale. Lo spazio per uffici come lo intendiamo oggi, con postazioni di lavoro private negli uffici, diminuirà in modo significativo. Gli uffici esistenti verranno utilizzati principalmente per riunioni o discussioni. I dipendenti lavoreranno spesso a home e incontrarsi in ufficio o eventualmente in hotspot virtuali. Anche le infrastrutture degli uffici cambieranno. Le informazioni e i dati aziendali verranno archiviati digitalmente in computer mainframe o in cloud computing.

Per quanto riguarda lo spazio abitativo, l'estetica architettonica individuale non giocherà più un ruolo importante nelle grandi città del futuro, poiché le unità unifamiliari saranno rare nelle aree urbane. Questa perdita di individualizzazione nella modellazione degli edifici sarà compensata nell'architettura d'interni, senza dimenticare il fatto che le persone utilizzeranno home spazi in modo diverso da oggi. Nuove abitudini di vita si evolveranno a causa della mancanza di conoscenze sociali. Queste comunità, così come i single e le coppie senza figli, preferiranno vivere in loft. Le famiglie tradizionali, d'altra parte, probabilmente preferiranno ancora i tradizionali appartamenti multi-room.

Poiché il progresso medico darà alle persone la possibilità di invecchiare ancora in futuro, l'accesso per tutti diventerà cruciale. Le infrastrutture dovranno essere progettate per fornire agli anziani e ai portatori di handicap condizioni di vita ideali.

Molte persone vivranno sole e al di fuori di solidi nuclei sociali, come la tradizionale grande famiglia o villaggio di qualche secolo fa. Ciò aumenterà il bisogno di sentirsi al sicuro e di avere l'impressione di poter controllare l'accesso allo spazio privato.

2.2. Mobilità

Come vediamo oggi in molte parti del mondo emergente, ci saranno agglomerati urbani isolati. Gli aeroplani potrebbero diventare meno importanti a causa dei loro rifiuti di anidride carbonica. Saranno utilizzati solo per le traversate oceaniche. I treni ad alta velocità saranno utilizzati principalmente per tutti i viaggi che attraversano la terraferma. Metropolitane e treni ad alta velocità sarebbero la principale forma di trasporto utilizzata per spostarsi da una città all'altra, nonché dalle città satellite alle aree del centro.

Le città stesse saranno principalmente progettate per espandersi verticalmente. Migliaia di persone dovranno spostarsi orizzontalmente e verticalmente, dal livello stradale all'interno degli edifici così come da A a B all'interno degli edifici. Ascensori e trasporto a terra saranno combinati per regolare questo enorme flusso di persone. Le metropolitane ad alta velocità porteranno le persone dalle città satellite nelle aree del centro. Le varie fermate saranno sotto gruppi di grandi grattacieli. La massa di persone in uscita dalla metropolitana sarà guidata all'interno degli edifici e condotta da ascensori ad alta capacità e ad alta velocità fino a una sky-lobby. Da lì, le persone saranno distribuite alla loro destinazione finale da ascensori più piccoli. In questo modo è possibile portare un gran numero di persone all'ultimo piano in breve tempo evitando qualsiasi tipo di congestione.

Oggi conosciamo solo la mobilità a livello stradale e il trasporto verticale per gli ultimi metri all'interno di un edificio specifico di pochi piani. In futuro, avremo diversi livelli di mobilità orizzontale (a livello stradale, sottosuolo e soprastrada per i pedoni) e mobilità verticale per collegare i diversi livelli. La mobilità diventerà 3D.

Auto e moto perderanno il loro uso pratico, perché il carburante sarà troppo costoso da acquistare. Anche lo spazio pubblico diventerà troppo costoso per parcheggiarci sopra. Le tariffe di utilizzo saranno ampiamente introdotte per il trasporto individuale (road pricing). L'obiettivo preciso è quello di utilizzare i mezzi pubblici. Il trasporto orizzontale e verticale deve essere individualizzato se gli utenti devono accettarlo, poiché l'opzione del trasporto individuale non è più data. Il trasporto individuale sarà principalmente quello di coprire gli ultimi chilometri e avverrà su basi condivise: il sistema sarà facile da usare con varie stazioni di consegna.

2.3. Edifici

Gli edifici delle città future saranno costruiti come i villaggi del secolo scorso, ma nella dimensione verticale. La tendenza verso gli edifici multiuso è già impostata oggi e si svilupperà sempre più ampiamente. Ognuno di loro sarà un'entità con funzioni diverse e dovrà essere facile da usare, flessibile e adatto per un uso multiplo, simile a una spugna. Non saranno considerati come singoli edifici come lo sono per la maggior parte oggi. Sarebbero interconnessi con molti passaggi creando un sottosistema in cui le persone si muovono nel mezzo (Matrix).

La consapevolezza della vulnerabilità degli edifici e dei loro occupanti è aumentata e porterà ulteriormente a un approccio più completo alla protezione delle persone, dei beni e dei processi aziendali. Per quanto riguarda la sicurezza, il posizionamento della posizione in tempo reale e la scansione biometrica saranno tecnologie chiave per rendere la sicurezza più efficiente e, allo stesso tempo, meno invadente. La gestione della posizione e degli accessi in tempo reale non solo protegge dagli accessi non autorizzati, ma fornisce anche informazioni a valore aggiunto sui processi aziendali che si svolgono in un edificio e per i partecipanti alle procedure di emergenza.

L'evacuazione delle città verticali in caso di emergenza sarà un grosso problema. Gli edifici saranno troppo alti per usare le scale e gli ascensori troppo piccoli per far scendere tutte le persone in un breve lasso di tempo. L'analisi successiva agli attacchi terroristici dell'9 settembre al World Trade Center di New York ha fornito alcune informazioni sul comportamento umano in situazioni di emergenza. Istruzioni vocali semplici e adattate alla situazione, nonché la guida visiva ai diversi livelli del piano, aumenteranno significativamente l'efficacia e l'efficienza dell'evacuazione in caso di emergenza.

Poiché sarà impossibile evacuare un edificio complesso e portare le persone in luoghi sicuri, alcune aree dell'edificio saranno progettate come spazi di emergenza. Le pareti e i pavimenti saranno realizzati in cemento spesso che ha la capacità di resistere al fuoco per diverse ore. Se una parte dell'edificio è in fiamme, altre parti dell'edificio possono essere evacuate. I sistemi intelligenti avviseranno e guideranno le persone nell'edificio.

Il monitoraggio della qualità dell'acqua e dell'aria è sempre più visto come un aspetto della sicurezza. L'accessibilità alle parti mission-critical di un edificio come il trattamento dell'acqua e dell'aria e la distribuzione dell'elettricità svolgerà un ruolo importante. L'accesso limitato al cuore e al cervello di un edificio sarà limitato a un gruppo ristretto di persone.

2.4. Comunicazioni

La città del futuro sarà digitale. La tendenza verso la comunicazione "online" piuttosto che faccia a faccia è generalmente nota. Questa tendenza diventerà ancora più rilevante e cambierà il modo in cui le persone interagiscono in generale.

Strumenti online come Facebook o Twitter hanno già cambiato il modo in cui i giovani comunicano, dove e quanto spesso si incontrano, come si spostano e dove trascorrono il tempo dedicato alle attività sociali. Ci saranno ancora luoghi di incontro per diverse attività ricreative come sport, cultura e così via. Il design degli spazi sociali in cui le persone si incontrano e interagiscono cambierà e avrà un impatto sugli edifici e sulle città. Gli edifici utilizzati esclusivamente come uffici come quelli che abbiamo oggi molto probabilmente scompariranno.

Diversi tipi di sensori supporteranno e infine regoleranno la nostra vita. Questi spazieranno dai sensori per l'automazione delle attività quotidiane, come la regolazione di porte, tende, luci, ecc., al monitoraggio della salute individuale e all'indicazione di eventuali attività da svolgere (dall'esercizio fisico all'evitare cibi particolari) fino a la rilevazione di stati emotivi.

2.5. Energia

Insieme all'acqua, l'energia sarà l'oro del nostro futuro. Le città e gli edifici dovranno muoversi sempre più verso il concetto di emissioni zero. Tutti gli aspetti del consumo energetico, in particolare in relazione agli edifici, saranno soggetti a norme e regolamenti. Oggi, oltre il 40% del consumo energetico mondiale avviene negli edifici ed è responsabile di una grande percentuale di emissioni di gas serra. La lotta al riscaldamento globale è nell'agenda politica di tutto il mondo.

In generale, ci si aspetta che le normative diventino più basate sulle prestazioni e meno descrittive. Le innovazioni in materia di efficienza energetica sono previste su vasta scala tecnologica. Isolamento ad alte prestazioni, facciate integrate, riscaldamento e raffrescamento geotermico e accumulo di energia saranno alcuni dei componenti principali dell'efficienza energetica e della gestione intelligente dell'energia con l'osservazione multisensore.

Secondo i proprietari degli edifici, la produzione di energia solare negli edifici diventerà uno standard. Verrà utilizzato un vetro migliorato con la capacità di attenuare la quantità di luce solare trasmessa. Ciò ottimizzerebbe l'uso della luce solare come fonte di energia e ridurrebbe l'importanza dell'illuminazione elettrica. Con l'attuale tendenza verso il decentramento dell'approvvigionamento elettrico e la proliferazione di concetti di smart grid, gli edifici offriranno capacità di stoccaggio alle reti di fornitura elettrica e venderanno loro l'energia in eccesso.

Con l'aumento dei costi energetici e la pressione per ridurre la CO2, si prevede che la tolleranza al clima interno diminuirà. È improbabile che gli occupanti siano disposti a sostenere l'onere dei costi aggiuntivi causati dalle loro preferenze individuali in merito al clima interno.

Le sfide della gestione dell'energia e delle emissioni saranno affrontate da diverse angolazioni nel mondo emergente e in quello sviluppato. Saranno di natura diversa, in quanto il mondo sviluppato tenderà a mantenere o migliorare il proprio tenore di vita, mentre il mondo emergente vedrà un completo cambiamento nello stile di vita di milioni di persone.

Il Dipartimento dell'Energia degli Stati Uniti sta partecipando all'iniziativa di costruzione di edifici commerciali a energia zero. L'obiettivo è sviluppare tecnologie e strategie che portino a edifici commerciali commerciabili con energia netta zero entro il 2025. “Architecture 2030”, un'organizzazione no-profit e indipendente supportata, tra gli altri, dalla US Conference of Mayors, mira a ridurre drasticamente riscaldamento globale diminuendo le emissioni di gas serra dagli edifici. L'obiettivo è cambiare il modo in cui gli edifici sono progettati, progettati e costruiti. Sebbene non vincolante, "Architettura 2030" fornisce un quadro per i governi per spostarsi verso l'energia zero.

Sulla strada verso l'edilizia a energia zero, i modelli ibridi, ovvero edifici con concetti di riscaldamento e raffreddamento attivi e passivi, diventeranno più comuni. Invece dell'odierna certificazione volontaria dell'efficienza energetica basata su pianificazione e progettazione, i futuri atti energetici dovrebbero includere uno standard per misurare le prestazioni di efficienza energetica di un edificio durante il suo funzionamento. Come misura per l'ottimizzazione del costo totale di proprietà dell'edificio, alcune agenzie federali negli Stati Uniti stanno già assegnando la responsabilità per la progettazione, la costruzione e il funzionamento a una parte (il valore energetico attuale netto (NPEV) di un edificio inizierà a svolgere un ruolo importante per futuri inquilini).

Si prevede che il processo di costruzione degli edifici si allineerà con i processi di progettazione e produzione del settore. L'ingegneria, la collaborazione e la simulazione basate su strumenti renderanno il processo di costruzione più efficiente, garantendo che gli edifici soddisfino i criteri di prestazione e consumo energetico. La competenza architettonica si sposterà dal valore visivo verso prestazioni ottimali dell'edificio.

2.6. Gestione delle forniture

Un gran numero di persone concentrate in piccole aree richiederà un concetto logistico straordinario in tutte e tre le dimensioni per l'approvvigionamento di merci e la rimozione dei rifiuti.

Per trasportare merci o alimenti su un gran numero di piani, sarebbe pratico utilizzare montacarichi molto piccoli e dedicati, non vincolati a limiti di velocità e con norme di sicurezza meno rigide poiché le persone non potranno viaggiare in essi. Ciò allevierebbe il traffico degli ascensori e ridurrebbe i tempi di attesa. Risparmierebbe anche energia, perché è necessario molto meno per trasportare una piccola scatola invece di un ascensore per passeggeri.

2.7. Pianificazione della citta

2,000 anni fa, i romani affrontarono il problema dell'urbanizzazione estensiva con un approccio dall'alto verso il basso nella pianificazione delle loro città. Definivano regole e moduli geometrici chiari che dovevano essere ripetuti costantemente. La testimonianza di questo processo è ancora visibile in molte città italiane ed europee. Questo modello è seguito oggi da paesi emergenti come la Cina, dove viene applicato lo stesso modello.

A causa del fatto che gli edifici stanno diventando sempre più grandi, c'è un secondo elemento da considerare. Nella città futura, il confine tra pubblico e privato si sposterà dal modello tradizionale, dove le infrastrutture sono responsabilità del pubblico e gli edifici sono responsabilità del privato, a un modello misto. Le cosiddette “imprese edili cittadine” daranno vita a complessi edilizi che prestino grande attenzione all'efficienza e definiscano regole chiare per la vita comune e il funzionamento del sistema. I conglomerati aziendali multidisciplinari e il settore pubblico si occuperanno della pianificazione, costruzione e gestione di queste nuove entità cittadine.

Ci sono ovviamente differenze geografiche nei modelli della città. La "Oldpolis" si troverà principalmente in Europa e in una certa misura in Nord America. Gli standard di vita e le culture esistenti non consentiranno un rigoroso rimodellamento delle aree urbane. Inoltre, l'attuale potere politico e l'inflessibilità non consentono una riorganizzazione incondizionata delle città esistenti. I satelliti funzioneranno principalmente per proposte residenziali. L'altezza media dell'edificio sarà compresa tra 15 e 50 m.

Nel mondo emergente in Asia, principalmente Cina e in parte India, Indonesia e America Latina, assisteremo alla creazione di “Megapolis”, ovvero enormi agglomerati urbani. Il potere politico e il progresso economico consentiranno un disegno urbano rigoroso e chiaro. Interi quartieri saranno periodicamente demoliti e i suoi residenti reinsediati. Il centro sarà verticale, il che significa che ci saranno principalmente grattacieli. Viene accettata la decostruzione e la ricostruzione, che consentirà alle città di adattarsi costantemente alle tecnologie e ai metodi di costruzione contemporanei. L'altezza media dell'edificio sarà di circa 250 m.

Urbanizzazione e globalizzazione sono le due principali tendenze degli anni a venire. Un gran numero di persone si sposterà, come detto, in aereo per distanze intercontinentali e via terra con treni ad alta velocità. Probabilmente si svilupperà un ulteriore modello di città, l'Aeropolis. Queste città saranno costruite come enormi snodi di trasporto attorno a grandi aeroporti e stazioni ferroviarie.

3. Tendenze dei trasporti per le città del futuro

C'è una forte connessione tra l'altezza dell'edificio e gli ascensori. I primi edifici a più piani erano possibili solo negli Stati Uniti 120 anni fa grazie a una macchina di nuova invenzione, l'ascensore. Le tendenze sopra menzionate influenzeranno pesantemente l'altezza degli edifici e anche il settore degli ascensori. Di seguito, forniremo uno sguardo al futuro per il tema specifico del trasporto verticale e della gestione del transito.

3.1. Integrazione di ascensori nelle reti di traffico

Oggi pensiamo ancora agli ascensori come unità isolate per spostare le persone dal piano A al piano B come desiderano. La sfida per il futuro risiede nell'integrazione degli ascensori nella rete di trasporto generale. Ciò può significare avere ascensori come "treni verticali" che viaggiano regolarmente mentre i passeggeri vengono successivamente distribuiti al piano desiderato. Questa evoluzione è evidente se si considera la possibilità di trasporto orizzontale fuori terra (ad esempio con collegamenti tra edifici a livelli diversi).

Il concetto di traffico combinato orizzontale e verticale piuttosto che di un viaggio in ascensore dal piano A al piano B sarà fondamentale nei grandi edifici. A tal fine, gli ascensori a due piani sincronizzati con i treni ad alta velocità trasporteranno un gran numero di persone nell'edificio fino a una sky lobby. Da qui, la copertura dell'"ultimo miglio" fino al piano dedicato sarà gestita da ascensori più piccoli ed efficienti dal punto di vista energetico.

3.2. Comunicazione al passeggero e personalizzazione

L'esperienza di personalizzazione sarà rilevante dal momento in cui il passeggero entra nell'edificio fino a quando arriva alla destinazione prescelta. Quando l'ascensore è specificamente interessato, sarà rilevante se una chiamata viene effettuata o meno e l'esperienza di viaggio in macchina. Un'interfaccia umana intelligente con terminali e infotainment diventerà il fattore di differenziazione. Per il trasporto verticale, l'ascensore diventerà un partner interattivo per il passeggero.

Le persone saranno attivamente guidate all'interno, all'esterno e all'interno dell'edificio. Se specificatamente richiesto dal passeggero, sarà disponibile l'interazione, con sensori posti nell'edificio e dispositivi personali. Diverse informazioni riguardanti il ​​movimento orizzontale (diritti di accesso) e il movimento verticale (desideri speciali per l'intrattenimento e configurazione specifica) saranno costantemente scambiate con il passeggero. Ai passeggeri verranno offerte informazioni sulla destinazione selezionata e intrattenimento all'esterno e all'interno dell'auto.

3.3. Trasporto merci e rifiuti

Le grandi città che crescono in diverse parti del mondo creano un problema logistico completamente nuovo in termini di approvvigionamento di merci e smaltimento dei rifiuti. In diverse città come Londra è già evidente che tutte le azioni relative all'approvvigionamento di merci e ai rifiuti sono consentite solo durante la notte a causa della congestione a livello stradale e nell'edificio durante il giorno.

Nei grandi edifici abbiamo la stessa situazione critica per la logistica degli approvvigionamenti e dei rifiuti. Solitamente un numero limitato di ascensori è dedicato all'approvvigionamento delle merci e al trasporto del personale che opera nell'edificio. Questa è un'enorme opportunità per fare qualcosa di diverso come la fornitura di beni e la gestione dei rifiuti gestiti da ascensori dedicati che non vengono rilasciati per il trasporto di passeggeri. Montavivande ad alta velocità saranno installati negli edifici per offrire la massima comodità alle persone che vivono nelle città verticali.

3.4. Sicurezza

Una forte concentrazione di persone comporta sempre problemi di sicurezza, aspetto già affrontato da Schindler anni fa con la gestione dei transiti e il controllo degli accessi. Questo campo continuerà a crescere con un'identificazione personale più rigorosa, come l'accesso biometrico, nonché l'integrazione nell'edificio, combinando l'accesso all'ascensore e al piano con l'accesso a stanze, appartamenti o uffici specifici.

D'altra parte, la dimensione aggiuntiva della sicurezza delle merci che entrano negli edifici non è stata ancora affrontata su larga scala. Per edifici specifici esistono scanner dedicati per persone e merci, ma il problema non è stato affrontato in modo sistematico.

Il tema del trasporto sicuro delle merci negli edifici diventerà un nuovo importante campo di attività. Le merci saranno seguite attraverso l'edificio a partire da un controllo di sicurezza e verranno tracciate e localizzate in tempo reale all'interno dell'edificio. Rapporti sui processi aziendali – chi sta facendo cosa, quando e come – saranno possibili sia per le persone che per le merci.

3.5. Evacuazione efficace

Come già accennato, un grosso problema da risolvere per i grandi edifici multiuso sarà l'evacuazione e l'uscita. L'evacuazione efficace sarà possibile utilizzando istruzioni vocali semplici e adattate alla situazione, nonché una guida visiva ai diversi piani. Ciò aumenterà significativamente l'efficacia e l'efficienza dell'evacuazione in caso di emergenza.

La capacità degli ascensori di consentire un'evacuazione efficiente, nonché un metodo intelligente per rilevare la distribuzione delle persone nell'edificio, consentirà un modo efficiente e sicuro di evacuare o di raggruppare le persone in parti specifiche dell'edificio.

L'attuale concetto allo stato dell'arte in tutto il mondo "in caso di incendio non usare ascensori" dovrà essere rivisto, poiché gli ascensori sono l'unico mezzo efficiente per consentire alle persone di uscire da edifici alti in un periodo di tempo utilizzabile.

4. conclusioni

Le città cresceranno verticalmente e l'industria degli ascensori dovrà evolversi per supportare questa tendenza. La combinazione di trasporto orizzontale e verticale sarà la chiave per spostare in modo efficiente grandi masse di persone. L'automazione degli edifici sarà lo stato dell'arte e gli ascensori ne faranno parte. Il controllo degli accessi, l'individualizzazione e gli algoritmi di traffico ottimali saranno fattori vincenti. In Schindler, definiamo la combinazione di tutto quanto sopra come gestione del transito.

A causa delle grandi dimensioni degli edifici, l'approvvigionamento delle merci, la gestione dei rifiuti, l'efficienza energetica e l'evacuazione in caso di emergenza sono fattori nuovi e rilevanti che richiederanno soluzioni tecniche innovative dal settore degli ascensori.

BIBLIOGRAFIA
Prof. Dennis Frenchman, MIT, Urban Design and Planning, Boston
Workshop al MIT, .Agosto 2010: “Future Vertical Cities”
Siemens, “Immagine del futuro edificio”
Hans Jappsen, Jappsen & Stangier, consulenti per ascensori
Mark Whitehead, Hong Kong Land
Cary Chan, Responsabile dei servizi tecnici, Swire Properties, Hong Kong
Robert Lam, Direttore di Wong & Ouyang e Paul Chan, Direttore BS
Prof Chiu, Dipartimento di Urbanistica e Design, Università di Hong Kong
Database Emporis
Tag correlati
Sponsored
Sponsored

Mondo Ascensore | Copertina settembre 2012

flipbook

Sponsored

Mondo Ascensore | Copertina settembre 2012

flipbook

Sponsored