Circuiti stampati: affidabilità per tutti

Circuiti stampati: affidabilità per tutti

Tuttavia, un funzionamento difettoso negli ascensori deve sempre essere riconosciuto come una possibilità

Valore: 1 ora di contatto (0.1 CEU)

Questo articolo è approvato per la formazione continua da NAEC per CET® e CAT®.

EW Continuing Education è attualmente approvato nei seguenti stati: AL, AR, FL, GA, IL, IN, KY, MD, MO, MS, MT, OK, PA, VA, VT, WV e WI. Si prega di verificare la verifica dell'approvazione del corso specifico su www.elevatorbooks.com.

obiettivi formativi

  • Dopo aver letto questo articolo, dovresti aver imparato:
  • Definizione e caratteristiche dei circuiti stampati
  • Ruolo dei circuiti stampati nei controlli degli ascensori
  • Come vengono prodotti i circuiti stampati
  • Diagnosi dei circuiti stampati nel controller di movimento
  • Riparazione del circuito stampato (Lasciarlo al produttore.)

I circuiti stampati, quelle schede piatte costituite da componenti e tracce di cablaggio costruite su un substrato rigido, sono onnipresenti nelle apparecchiature elettroniche odierne. Sono facili da usare, poco costosi da produrre e affidabili, ma nel tempo è possibile un funzionamento difettoso. Quando ciò accade in un'installazione di ascensori, il sistema in genere riconosce il problema e si spegne immediatamente. La cabina può fermarsi al piano successivo e non ripartire fino a quando il problema non viene risolto o, in un caso più critico, viene interrotta l'alimentazione al motore e, senza alimentazione continua, viene applicato il freno. Se l'interruzione è lunga, è necessaria l'estrazione del passeggero.

Nell'immaginario collettivo, quando un sistema di ascensori si guasta, l'auto cade in fondo al vano corsa con un esito devastante. In realtà, tuttavia, da quando Elisha Graves Otis ha inventato le sicurezze per ascensori nel 1854, ciò non accade. In caso di rottura della fune, i cani di sicurezza si agganciano ai denti della cremagliera rivolti verso l'alto, bloccando l'auto in posizione e impedendone la caduta.

Un evento molto più comune è un malfunzionamento della porta. Il sistema dell'ascensore è progettato per impedire che la cabina si muova se una delle porte non è chiusa e bloccata in modo sicuro, tranne quando l'ascensore è in modalità di ispezione. Questa è una caratteristica di sicurezza molto basilare per ovvi motivi. E questo non viene invocato di rado: a causa delle numerose porte anche in un'installazione di pochi piani, un guasto minore può impedire l'innesto completo della serratura o può impedire al sensore della porta di interagire correttamente con il controller di movimento. Oltre all'usura meccanica della serratura della porta, che può essere richiesta per funzionare centinaia di volte al giorno, nel controller di movimento può provenire un segnale elettrico di guasto della porta. Questo può essere in un circuito stampato, che consiste in molte tracce e componenti di circuiti complessi, oltre a una o più morsettiere su cui sono atterrati fili più grandi collegati ai numerosi sensori, attuatori e annunciatori che si trovano in tutta l'installazione .

I circuiti stampati sono apparsi nel primo decennio del XX secolo. Albert Hanson, in Germania nel 20, laminava conduttori a foglio piatto su pannelli isolanti multistrato. Thomas Edison nel 1903 usò mezzi chimici per placcare i conduttori su carta di lino. In Inghilterra, Arthur Berry ha sviluppato la prima tecnologia di stampa e incisione. Negli Stati Uniti, Max Schoop ha spruzzato del metallo conduttivo attraverso una sagoma su una tavola. Schemi di circuiti elettrolitici di Charles Ducas. Tutte queste persone stavano cercando di migliorare il cablaggio punto-punto.

Nel 1936, in Inghilterra, Paul Eisler costruì radio contenenti circuiti stampati. Nel 1943, nell'ambito dello sforzo bellico, nei sensori di prossimità furono utilizzati circuiti stampati più avanzati, un'innovazione che fu offerta al pubblico nel 1948 e che ebbe un ruolo nel boom dell'elettronica del dopoguerra. Poi, nel 1952, Motorola ha introdotto circuiti placcati per l'uso in home radio. Per tutti gli anni '1960, i circuiti stampati hanno sostituito il cablaggio punto-punto come metodo dominante per collegare i componenti in home elettrodomestici e applicazioni industriali.

Oggi molti produttori non sostengono la riparazione a livello di componente dei circuiti stampati. L'intera scheda viene scartata e sostituita con una nuova unità, una procedura economicamente efficiente ma che comporta rifiuti elettronici, spesso a causa di un resistore bruciato.

Discuterò i metodi per la risoluzione dei problemi e la riparazione dei circuiti stampati, ma prima alcune note cautelative. Normalmente pensiamo agli interblocchi di sicurezza degli ascensori come meccanismi altamente affidabili che scattano istantaneamente e arrestano l'ascensore in caso di guasto critico. Questo è generalmente vero, ma esiste il rischio di guasti simultanei di sistemi ridondanti, nonché l'introduzione involontaria di un guasto che potrebbe emergere in futuro.

Ad esempio, alcuni anni fa c'è stata una fatalità estremamente rara ma tragica, quando un bambino è stato catturato in una porta aperta. Una lunga indagine ha rivelato la causa: nel corso di una sostituzione del circuito stampato, un tecnico aveva invertito due fili adiacenti in una morsettiera, disabilitando l'interblocco della porta. Il problema non è emerso fino a quando quella particolare serratura della porta non è riuscita a innestare, a quel punto l'ascensore ha continuato a funzionare. Conoscenza e competenza tecnica, oltre a una vigilanza costante, sono essenziali, ma non è tutto qui. Una distrazione momentanea o la disattenzione a un piccolo dettaglio possono avere conseguenze impreviste. Ciò è particolarmente vero nel lavoro sui circuiti stampati, dove anche una semplice sostituzione può introdurre un guasto invisibile.

Prima dell'uso diffuso dei circuiti stampati negli anni '1960, i componenti elettrici venivano montati e collegati elettricamente tramite cablaggio punto a punto su un telaio metallico. Naturalmente, ci sono molti ascensori con questo tipo di tecnologia ancora in servizio. Ma la rivoluzione dei circuiti stampati è stata improvvisa e irreversibile, e non si torna indietro. Il problema con il cablaggio punto-punto basato su chassis era che i circuiti erano grandi, pesanti e sensibili alle vibrazioni, mentre i circuiti stampati si rivelarono rapidamente durevoli, efficienti e meno costosi.

Esistono due tipi principali di circuiti stampati. La varietà più vecchia, "costruzione a foro passante", ha dominato l'industria dagli anni '1950 fino a quasi 1990. Le tracce sui circuiti stampati sono state stampate prima su un solo lato, ma dallo sviluppo delle schede multistrato, le tracce sono stampate su entrambi i lati del tavole dove necessario. Per stabilire il contatto elettrico tra i due strati esterni, i fori passanti placcati devono penetrare in tutte le schede intermedie, il che limita le opzioni relative al layout del circuito. Nonostante altri svantaggi, tra cui il posizionamento accurato dei fori e la rapida usura e rottura delle punte ultrasottili, la tecnologia dei fori passanti era un mezzo praticabile per montare e collegare elettricamente componenti discreti. È rimasto in uso per 30 anni ed è ancora utilizzato nonostante l'attuale predominio della tecnologia a montaggio superficiale, con una serie di vantaggi e compromessi.

I componenti destinati all'uso in un circuito stampato a foro passante sono forniti con cavi relativamente lunghi. Durante la fabbricazione, questi cavi vengono piegati secondo necessità e spinti attraverso i fori preforati nella scheda del circuito. La scheda viene quindi capovolta e i conduttori vengono tagliati, lasciando abbastanza filo da saldare alla traccia conduttiva, che rimane dopo che un processo di incisione ha rimosso il metallo conduttivo tra i percorsi conduttivi adiacenti. Quindi, manualmente per piccole serie o in un unico processo automatizzato per grandi serie di produzione, tutte le connessioni vengono saldate. Un processo automatizzato ampiamente utilizzato è la saldatura a onda, in cui il circuito stampato è sospeso, con il lato di saldatura rivolto verso il basso, a breve distanza sopra un pool di saldatura fusa che viene leggermente agitata per creare un'onda, che percorre la lunghezza della scheda applicando la saldatura al pre -giunti flussati. Il processo è semplice e meno costoso di quanto sembri. Il successo dipende dal controllo preciso della temperatura della saldatura e dell'altezza dell'onda.

I componenti destinati all'uso nella tecnologia a montaggio superficiale sono forniti dal produttore con piccoli pad metallici o cappucci terminali da saldare direttamente alla superficie dei circuiti stampati, anziché i cavi utilizzati per le installazioni a foro passante.

I componenti a foro passante e a montaggio superficiale possono essere utilizzati nella stessa scheda. Il montaggio superficiale è preferito perché viene eliminato il costo della perforazione di precisione, ma il foro passante viene utilizzato dove i componenti sono troppo grandi per il montaggio superficiale o dove lo stress meccanico potrebbe spostare il componente, rimuovendo così la traccia dal circuito stampato.

I circuiti stampati sono spesso prodotti in strati costituiti da più fogli conduttivi e non conduttivi. Alcuni sono unilaterali con un singolo strato di rame. Questo strato può essere tagliato meccanicamente o inciso chimicamente, oppure aree dello strato di rame vengono tagliate al laser e rimosse, lasciando tracce o tracce conduttive analoghe al vecchio cablaggio punto-punto che oggi è per lo più obsoleto.

Le schede multistrato e quelle con componenti a montaggio superficiale sono molto più difficili da diagnosticare e riparare. Inoltre, il lavoro dell'ascensore è estremamente critico perché, in caso di errore, esiste la netta possibilità che venga disabilitato un interblocco di sicurezza. Il guasto potrebbe manifestarsi poco dopo che l'ascensore è stato rimesso in servizio o potrebbe verificarsi per giorni, mesi o anni lungo la strada. Questo è un rischio inaccettabile ed è la logica per sostituire un circuito stampato sospetto con uno nuovo fornito dal produttore. Queste schede sono assemblate in ambienti altamente controllati e sono soggette a molteplici test prima di essere spedite. Quando non è disponibile una scheda sostitutiva per un ascensore legacy, ci sono aziende specializzate nella riparazione di schede per ascensori; queste aziende sottopongono i loro prodotti finiti a test rigorosi e approfonditi. Anche un filo di saldatura quasi invisibile che collega le tracce adiacenti può creare una situazione pericolosa. Inoltre, nell'ambiente odierno ad alta frequenza, qualsiasi alterazione di una traccia di circuito può modificarne l'impedenza caratteristica, dando luogo a riflessioni, collisioni e danneggiamenti dei dati.

D'altra parte, se installi un nuovo circuito stampato da $ 500 e l'ascensore continua a non funzionare (dopo tutto quel tempo di inattività), i gestori della struttura potrebbero cercare qualcuno da incolpare. La via d'uscita da questo dilemma è portare il miglior aiuto esterno disponibile. Qualunque sia la rotta scelta, la sicurezza dei passeggeri deve avere la priorità sulle considerazioni economiche.

Solo a titolo di prospettiva, discuteremo alcuni aspetti della riparazione dei circuiti stampati, con la consapevolezza che questa dovrebbe essere eseguita solo da esperti qualificati. Tendiamo a pensare che un circuito all'interno di un contenitore di controller di movimento in acciaio non sia soggetto a danni fisici. Dopotutto, a differenza di una radio, che può cadere, è improbabile che il circuito dell'ascensore si rompa, rompendo una o più tracce conduttive. Inoltre, nella sua sala macchine, con la sua alimentazione di aria filtrata, le particelle di polvere conduttive non dovrebbero compromettere i circuiti. Ma per quanto riguarda la sovratensione da un fulmine nelle vicinanze o un'anomalia nella rete elettrica?

Un buon modo per iniziare è consultare la documentazione del produttore. Spesso gli schemi sono archiviati o possono essere ottenuti online insieme alle linee guida per la risoluzione dei problemi. In alternativa, il produttore potrebbe avere un buon reparto di assistenza tecnica o un ingegnere che effettuerà una consulenza telefonica.

Naturalmente, l'ispezione visiva è spesso utile. Dovrebbe essere facile accertare che la scheda sia accesa. Puoi dare un'occhiata al tabellone, controllando le discontinuità della traccia e i componenti carbonizzati. Se hai fatto molto lavoro elettronico, sai come riconoscere un condensatore elettrolitico guasto dalla sua forma gonfia o distorta. Questi componenti hanno una vita più breve rispetto ad altri condensatori che funzionano solo su tensioni di segnale. Piuttosto che due elettrodi (piastre) separati da un materiale elettrolitico, lo strato elettrolitico viene formato chimicamente dopo l'assemblaggio quando viene applicata la tensione per la prima volta. A causa della sottigliezza di questo strato, il condensatore elettrolitico ha una grande capacità e funziona a volt di lavoro più elevati. Di conseguenza, puoi aspettarti una vita più breve. Questi componenti sono saldati direttamente al circuito e sembrano lattine di metallo che torreggiano sopra gli altri dispositivi.

Le misurazioni della temperatura sono sempre rivelatrici. I multimetri di fascia alta hanno sonde di temperatura e un altro ottimo modo per andare - di nuovo, supponendo che il circuito sia acceso - è usare una fotocamera digitale a infrarossi, che rivela istantaneamente i punti caldi. Tutti i microchip funzionanti dovrebbero essere leggermente caldi, mentre un semiconduttore caldo probabilmente ha un cortocircuito interno. Un semiconduttore freddo probabilmente ha un circuito aperto interno. Molti dispositivi in ​​caso di guasto iniziale si surriscaldano notevolmente per un breve periodo, quindi si raffreddano quando un percorso di corrente interno si esaurisce. Puoi anche controllare le tensioni di ingresso e di uscita con un ohmmetro ad alta impedenza, ma per questo avrai bisogno degli schemi o della scheda tecnica del produttore del dispositivo.

Dalla sua progettazione, sviluppo e utilizzo diffuso, la tecnologia dei circuiti stampati si è rapidamente evoluta, consentendo maggiori efficienze e procedure di produzione. Con la tecnologia a montaggio superficiale, i circuiti stampati sono diventati più sottili e richiedono quindi un'area meno dedicata all'interno delle custodie. Ma i componenti più ravvicinati richiedono tecniche avanzate di gestione del calore e ci sono nuove sfide per quanto riguarda la schermatura EMI. Schede più compatte e multilivello richiedono procedure avanzate di diagnosi e riparazione in ambienti controllati. I tecnici che eseguono questo lavoro hanno bisogno di strumenti specializzati, formazione e risorse sul posto di lavoro, specialmente nel lavoro degli ascensori dove non c'è spazio per gli errori.

Tuttavia, finché il danno alla scheda non è catastrofico, i circuiti stampati possono essere rielaborati. Ciò comporta generalmente la fusione di parti danneggiate del pannello e la sua rigenerazione utilizzando metodi e materiali appropriati. Gran parte del processo è l'applicazione del calore, e qui i tecnici devono controllarne attentamente l'intensità, la durata e su quale area viene applicato. È necessario utilizzare calore sufficiente per fondere la saldatura in modo che il componente possa essere rimosso senza compromettere la scheda. Porzioni delle tracce di collegamento possono tendere a delaminarsi e sollevarsi dalla scheda o fondersi dal foro passante e dalle piazzole di saldatura. In tal caso, dovrà essere posato nuovo materiale e ripristinato elettricamente e strutturalmente.

Nella riparazione di un circuito TV o frigorifero, una certa quantità di improvvisazione può essere tollerata, ma nel lavoro in ascensore la posta in gioco è molto maggiore. Ho visto un circuito TV incrinato con tracce conduttive recise riparate semplicemente saldando fili di rame o collegando le estremità rotte usando morsetti a coccodrillo. Questo tipo di riparazione può durare per un paio d'anni se il televisore non viene spostato troppo, e se il guasto si ripresenta, la TV verrà probabilmente scartata e dimenticata rapidamente. Ma gli ascensori non sono oggetti usa e getta. Una ricostruzione di un ascensore Otis a pochi piani costerà oltre un milione di dollari, e quindi sono in gioco le vite di due passeggeri.

Spesso, il circuito stampato non è effettivamente danneggiato, ma uno o più componenti sono guasti. Ciò può essere dovuto a guasti latenti nella produzione, sovratensione, calore ambientale elevato, vibrazioni o guasto del raffreddamento. Il componente può essere facilmente sostituito se montato a foro passante, o con maggiore difficoltà in caso di installazione a superficie o su scheda multilivello. Ricorda anche che il problema potrebbe non essere il componente stesso, ma nel circuito adiacente in cui un diodo di blocco in cortocircuito o un alimentatore difettoso ha applicato troppa tensione per troppo tempo. Un altro scenario è quando una traccia del circuito è diventata meno conduttiva con l'età o un trauma, un caso ora di sottotensione. Le misurazioni della temperatura e della tensione riveleranno se questo è il caso. Un design scadente è una possibilità, ma non ci aspettiamo di vederlo in un circuito per ascensori, dove i normali standard del settore sono invariabilmente superati.

I singoli conduttori che collegano elettricamente i componenti montati su un circuito sono aree piatte e strette di lamina di rame lasciate esposte; quando adiacenti, vengono rimossi da una varietà di processi, principalmente incisione chimica. Larghezza, spessore e lunghezza di questi conduttori stampati determinano la resistenza. Di conseguenza, la conduttanza è molto inferiore a quella che vediamo nel cablaggio punto-punto. La resistenza, tuttavia, è meno problematica di quanto si possa supporre a causa della quantità molto piccola di corrente assorbita dai transistor ad effetto di campo (MOSFET) a semiconduttore a ossido di metallo ampiamente utilizzati, specialmente se utilizzati in configurazione complementare. I power guzzlers sono montati fuori bordo. Laddove vengono utilizzati i piani di alimentazione e di massa, le tracce sono più ampie delle normali tracce di segnale. Infatti, in una scheda multilivello, un intero strato può essere costituito da un foglio di rame solido e spesso che svolge funzioni ad alta corrente come schermatura EMI e ritorno a terra.

Per i circuiti ad alta velocità, in cui vengono impiegati bus seriali come CANbus per trasmettere i dati, le tracce della scheda a circuito stampato diventano effettivamente linee di trasmissione in cui i parametri fisici determinano l'impedenza caratteristica. Una mancata corrispondenza tra la linea e la sorgente o il carico può causare riflessioni, perdita di dati e comunicazione compromessa tra il controller di movimento dell'ascensore e i numerosi sensori distribuiti nell'installazione, in particolare gli interblocchi delle porte.

Altri problemi sono l'impedenza e la capacità dipendenti dalla frequenza che, proprio come i parassiti, sono quasi sempre dannose perché il risultato finale è l'attenuazione del segnale. A volte, l'attenuazione è un aspetto deliberato del progetto e l'impedenza caratteristica gioca un ruolo importante. È per questi motivi che, quando si lavora sulla scheda elettronica, qualsiasi leggera attenuazione può disabilitare una funzione di sicurezza o causare un'interruzione del sistema dell'ascensore.

La restrizione delle sostanze pericolose (RoHS) è una legislazione dell'Unione Europea (UE) che vieta, tra le altre cose, l'uso del piombo nelle saldature. Inoltre, tutti i componenti, le schede e i sistemi di ascensori completi o parziali destinati all'esportazione nell'UE devono essere privi di altri metalli pesanti, come mercurio o cadmio. La saldatura senza piombo è conforme, ma è più difficile da usare a causa delle sue temperature di fusione e fusione più elevate.

Il sottofondo del circuito stampato, il pannello di base prima della laminazione degli strati di rame, è prodotto mediante trattamento a pressione e a caldo di strati di tessuto o carta con resina termoindurente. Il prodotto finale deve essere formato sotto severi controlli per ottenere un prodotto finale di spessore uniforme e altre proprietà fisiche, inclusa la costante dielettrica e la resistenza alla trazione. Spesso è delle dimensioni di un foglio di compensato (4 piedi x 8 piedi) che può essere tagliato per realizzare molti circuiti stampati.

Un materiale di sottofondo comune è il vetro intrecciato e la resina epossidica (FR-4). È ignifugo, il che significa che se riscaldato rilascia gas che estinguono il fuoco prima che si diffonda. FR sta per ritardante di fiamma. Per essere conforme, il materiale deve superare UL 94, un test di fiamma verticale. FR-4 non assorbirà l'acqua. È ampiamente utilizzato come isolante elettrico e in relè, interruttori, distanziatori, boccole, rondelle, schermi ad arco, trasformatori e morsettiere a vite grazie all'elevata resistenza e alle eccellenti caratteristiche elettriche in un ambiente umido. Nella costruzione a foro passante, l'elevata resistenza e la qualità abrasiva provocano una rapida usura e rottura della punta del trapano, un motivo importante per la tecnologia a montaggio superficiale.

La produzione di circuiti stampati, dalla progettazione iniziale al prodotto finale, consiste in molte operazioni complesse, ma per cicli di produzione medio-grandi o prodotti di alto valore, come i controller di movimento di aerei e ascensori, ha senso, soprattutto se si considera il punto-a cablaggio a punti in alternativa.

All'inizio della fase di progettazione, i dati di fabbricazione vengono generati dalla progettazione assistita da computer sulla base delle informazioni sui componenti. Computer-Aided Manufacturing (CAM) verifica l'input basato sui dati dei dati di fabbricazione. Viene sviluppato l'output di strumenti digitali, inclusi modelli in rame, file di perforazione e procedure di ispezione. La pannellizzazione consiste nel processo in cui più circuiti stampati vengono disposti e tagliati da pannelli di grandi dimensioni.

Una maschera protettiva è fissata sulla superficie della lamina di rame. Quindi, l'incisione rimuove il rame indesiderato che non è protetto dalla maschera. È possibile utilizzare un laser al posto della fotomaschera. Un'alternativa è la fresatura del circuito stampato, eseguita da una fresatrice specializzata, oppure il rame indesiderato può essere rimosso mediante laser.

Prima e dopo che il circuito stampato è stato popolato con componenti a foro passante e/o a montaggio superficiale che vengono saldati in posizione, manualmente o automaticamente (spesso mediante saldatura a onda), si verifica una fase finale altamente critica nella produzione: test .

A titolo di preparazione, prima del montaggio dei componenti, i test a bordo nudo accertano che le tracce non abbiano cortocircuiti o aperture. Laddove le dimensioni o il valore del ciclo di produzione giustificano la spesa aggiuntiva, un dispositivo di fissaggio "a letto di chiodi" contatta il rame specificato atterra sulla scheda e vengono eseguiti test di continuità. I cortocircuiti possono consistere in puntini erranti di saldatura che collegano le tracce adiacenti; in questa situazione, le aperture sono discontinuità.

Dopo che i componenti sono stati saldati in posizione, vengono condotti i test di spegnimento e accensione. Infine, ad alimentazione applicata, un test funzionale accerta che tutti i criteri operativi siano soddisfatti. I circuiti stampati che non superano uno di questi test richiedono la dissaldatura, la sostituzione dei componenti difettosi e il nuovo test. Nelle applicazioni critiche, come i sistemi di aeromobili e ascensori, i test sono estesi e ridondanti per garantire che non si verifichino guasti durante il servizio.

Domande sul rinforzo dell'apprendimento

Usa le seguenti domande di rinforzo dell'apprendimento per studiare per l'esame di valutazione della formazione continua disponibile online su elevatorbooks.com oa pag. 124 di questo fascicolo.

Cinque domande aperte:

  1. Come può un circuito stampato guastarsi?
  2. Quali sono i passaggi nella fabbricazione dei circuiti stampati?
  3. Come vengono create le tracce?
  4. Quali sono le cause dei cortocircuiti in un circuito stampato?
  5. Quali sono i passaggi nel test del circuito stampato?

David Herres possiede una licenza di Master Electrician nel New Hampshire e ha lavorato per molti anni come elettricista nella parte settentrionale di quello stato. Si è concentrato sulla scrittura dal 2006, avendo scritto per riviste come ELEVATOR WORLD, Costruzione e manutenzione elettrica, Attività di cablaggio, Attività elettriche, Dadi e Volt, Rivista fotovoltaica, Connessione elettrica, Connessione solare, Rivista dell'industria solare, Fine HomeBuilding Magazine e Engineering News.

Ottieni di più Elevator World. Iscriviti alla nostra newsletter gratuita.

Ti preghiamo di inserire un indirizzo email valido.
Qualcosa è andato storto. Si prega di controllare le voci e riprovare.
Intrappolamenti-in-ascensore-negli-Stati-Uniti--1880-1930

Intrappolamenti negli ascensori negli Stati Uniti: 1880-1930

Cercasi assistente

Cercasi assistente!!!

Avanti a tutto vapore

Avanti a tutto vapore

Un pezzo d'arte in movimento

Un pezzo d'arte in movimento

Innovazione per un'icona

Innovazione per un'icona

Roccia solida

Roccia solida

Pensare fuori dagli schemi"

Pensare fuori dagli schemi "

TKE acquisisce la società della Florida, Jacksonville Riverfront, progetti di torri e altro

TKE acquisisce la società della Florida, Jacksonville Riverfront, progetti di torri e altro