Sviluppi in EN 81-20, 81-50 e norme correlate

Sviluppi-in-EN-81-20-81-50-e-Norme-correlate
In relazione alla sicurezza dei lavoratori, la EN 81-20 richiede spazi di rifugio più ampi sul tetto dell'auto e in fossa. Questi nuovi requisiti sono legati al numero di persone presenti in queste aree.

Esfandiar Gharibaan parla dei prossimi codici europei e della sorveglianza del mercato sempre più importante.

ristampato da Liftinstituut Magazine

Esfandiar Gharibaan è presidente del Comitato tecnico europeo di normalizzazione (CEN/TC) 10 (per ascensori, scale mobili e tappeti mobili). Pertanto, ha un'ampia panoramica degli sviluppi nei codici e negli standard. Quando gli è stato chiesto, era ben disposto a condividere le sue conoscenze e opinioni. Gharibaan ha affermato che gran parte del suo tempo lavorativo è dedicato alla sua responsabilità di presidente del CEN/TC 10 e alle attività correlate. Ad esempio, partecipa anche a diverse riunioni di altri comitati, gruppi di lavoro (WG) e task force del CEN e dell'Organizzazione internazionale per la normalizzazione. "Posso svolgere il mio lavoro di presidente solo se sono a conoscenza delle questioni in corso e se sono ben informato sulle discussioni e sulla posizione delle parti interessate su tali questioni", ha osservato.

“Il periodo di transizione per EN 81-20 e 81-50 di tre anni è il massimo assoluto. Il settore deve essere pronto in tempo”. – Gharibaan

Due standard, invece di uno

Ci sono più di 400 comitati CEN. CEN/TC 10 è il più vecchio ancora attivo. Il CEN/TC 10 WG 1 si concentra sugli ascensori e più di 30 dei suoi membri provengono da organismi nazionali di normalizzazione membri del CEN. EN 81-20 e 81-50 sono le principali norme su cui il WG 1 si è concentrato negli ultimi anni. Tali standard sostituiranno la EN 81-1 e la EN 81-2. Mentre la EN 81-20 formula i requisiti tecnici e di sicurezza per gli ascensori elettrici e idraulici, la EN 81-50 descrive il calcolo, il test e l'esame dei componenti dell'ascensore. Gharibaan spiega il motivo di questo cambiamento:

“Con questa struttura, sono state rimosse molte ridondanze del testo tra gli standard e rende anche più facile trovare informazioni all'interno di tali standard. Credo che siano diventati più facili da usare e flessibili da rivedere o modificare in futuro. Ma, naturalmente, il CEN/TC 10 starà attento al numero di emendamenti e alla loro tempistica per evitare disagi inutili per l'industria”.

Sviluppo di EN 81-20 e 81-50

Lo sviluppo di EN 81-20 e 81-50 ha richiesto molto tempo. Gharibaan spiega che è perché “sono gli standard principali e più completi per gli ascensori. Volevamo assicurarci che la revisione includesse il più possibile le esigenze e i requisiti degli utenti e delle parti interessate di tali standard”. Considerando che i requisiti delle norme EN 81-1 e 81-2 sono ampiamente utilizzati per i nuovi ascensori in tutto il mondo, fin dall'inizio sono stati coinvolti esperti al di fuori dell'Europa nello sviluppo delle norme EN 81-20 e 81-50. Gharibaan ha spiegato:

“Abbiamo utilizzato l'accordo di cooperazione tra il CEN e l'Organizzazione internazionale per la standardizzazione (ISO) e gli esperti ISO di Cina, Giappone, Corea del Sud e Stati Uniti hanno partecipato al processo di preparazione. Durante l'inchiesta pubblica, in cui abbiamo chiesto commenti sulla bozza di tali standard, abbiamo ricevuto commenti da 14 paesi non europei, per lo più dalla regione Asia-Pacifico. Questo mostra chiaramente che c'è un interesse mondiale per EN 81-20 e 81-50. Abbiamo preso seriamente in considerazione ogni singolo commento e la maggior parte di essi è stata accettata".

"EN 81-20 e 81-50 sono più flessibili da aggiornare." – Gharibaan

Principali cambiamenti/punti salienti

Alla domanda sui principali cambiamenti/punti salienti della EN 81-20 rispetto alla EN 81-1 e 81-2, Gharibaan ha diviso questo in due aspetti principali: sicurezza dei passeggeri e sicurezza dei lavoratori. Dal punto di vista della sicurezza del passeggero, cita le modifiche apportate alle porte di piano e cabina:

“Tutte le porte di piano devono superare un test di shock del pendolo e le forze a cui devono resistere sono aumentate. Queste modifiche sono necessarie per limitare la deformazione delle ante. Ci sono anche ulteriori fermi richiesti per le porte, per tenere le porte quando i principali elementi di guida della porta falliscono.

Inoltre, la EN 81-20 descrive le misure da adottare per evitare che i passeggeri vengano colpiti dalla chiusura delle porte, che secondo Gharibaan si applicano alle porte di tutti gli ascensori. Relativamente alla sicurezza dei lavoratori, la EN 81-20 richiede spazi di rifugio più ampi sul tetto dell'auto e in fossa. Gharibaan ha spiegato:

“I nuovi requisiti riguardano il numero di persone che possono essere presenti sul tetto dell'auto e in fossa. Ogni persona deve avere il proprio spazio rifugio. Lo spazio rifugio, quindi, può diventare più grande, a seconda del numero di persone previste. Le etichette sul tetto dell'auto e nella fossa dovrebbero indicare il numero di persone ammesse in quelle aree”.

Un nuovo requisito nella EN 81-20 è quello di fornire una stazione di controllo nella fossa. Ciò consente al manutentore ai box di spostare l'auto sotto il proprio controllo, prevenendo rischi inutili mentre l'auto viene spostata da qualcun altro fuori dai box. Infine è stata aggiunta una “operazione di bypass” per le serrature delle porte di cabina e di piano. Ha spiegato Gharibaan:

“La principale causa di interruzione degli ascensori sono le serrature delle porte. A volte i lavoratori devono collegare i contatti per determinare la causa del guasto nell'ascensore, ma c'è il rischio che possano dimenticare di rimuovere tali collegamenti. Questa è una causa di grande rischio quando l'ascensore è in funzionamento normale. Nella EN 81-20 viene descritta una chiara operazione di bypass per l'ascensore.”

Data di implementazione prevista

Si prevede che la EN 81-20 sarà pubblicata dal CEN a luglio. Tuttavia, EN 81-1 e EN 81-2 rimarranno valide fino a luglio 2017. L'implementazione della EN 81-20 implica che tutti gli impianti e i componenti degli ascensori devono soddisfare i requisiti dei nuovi standard entro luglio 2017. Il consiglio di Gharibaan è:

“Non aspettare fino a quel momento, ma prenditi cura del design e degli adeguamenti del prodotto il prima possibile. Il collaudo e la certificazione degli impianti e/o dei componenti richiede tempo. È inoltre possibile che i clienti richiedano ascensori e componenti conformi alla EN 81-20, prima di tale termine. Quindi è meglio essere pronti il ​​prima possibile”.

"Le PMI sono le benvenute al CEN/TC 10." – Gharibaan

Conseguenze

Finanziario

Gharibaan ha affermato che le modifiche agli standard potrebbero avere anche alcune conseguenze finanziarie. Ecco perché raccomanda di utilizzare il periodo di transizione per esaminare bene l'economia dell'attuazione. Inoltre, i contratti dovrebbero essere adeguati, se necessario. "Cerca di evitare il più possibile i rischi aziendali prendendo in considerazione questi aspetti [in] una fase iniziale", ha aggiunto. In relazione a ciò, Gharibaan ha affermato che mentre i rapporti sugli incidenti sono un input importante, il CEN/TC 10/WG 1 si è anche concentrato sull'evitare i rischi nella preparazione dei nuovi standard, utilizzando metodi di valutazione del rischio.

Per gli organismi notificati

Gharibaan ha affermato che il contenuto della EN 81-50, che anch'esso deve essere implementato entro luglio 2017, rimane sostanzialmente lo stesso, rispetto a quanto affermato sulla certificazione nella EN 81-1 e nella EN 81-2. “Le procedure e i processi di certificazione non sono cambiati. Ma alcuni certificati e documenti di prova, ad esempio, devono essere modificati", ha spiegato.

Accreditamento e sorveglianza del mercato

Alla domanda sulla qualità e sull'accreditamento degli organismi notificati, Gharibaan ha affermato:

“Ogni Paese ha il proprio sistema di accreditamento e il proprio organismo di accreditamento. La rifusione della direttiva sugli ascensori e il nuovo quadro legislativo avranno anche un effetto [su] l'accreditamento e gli organismi notificati, poiché sarà più rigoroso sulle modalità di accreditamento e verifica degli organismi notificati. Questo è un buon sviluppo ed è vantaggioso per l'intera professione. Ciò che non cambierà è che l'accreditamento rimarrà una questione nazionale, così come la sorveglianza del mercato. Anche la sorveglianza del mercato diventerà sempre più importante. Mi auguro inoltre che gli organismi notificati partecipino sempre di più ai forum nazionali ed europei già esistenti per gli organismi notificati”.

Globalizzazione

Tutti i membri del CEN si impegnano ad adottare le norme EN 81-20 e 81-50 nei loro paesi. Inoltre, 14 paesi affiliati al CEN possono fare lo stesso. Gharibaan si aspettava anche che i paesi dell'Asia/Pacifico e, possibilmente, del Sud America tengano conto di questi standard, spiegando:

"Lavorando insieme all'ISO e a tutte le altre organizzazioni di standardizzazione nazionali e internazionali interessate, l'obiettivo finale è che un prodotto certificato, che soddisfi i requisiti delle norme EN 81-20 e 81-50, sia riconosciuto e possa essere applicato in tutto il mondo".

Altri sviluppi nella standardizzazione

Ci sono anche altri standard in fase di sviluppo. Sono in arrivo nuove norme per gli ascensori con percorsi inclinati (EN 81-22) e per gli ascensori in ambiente sismico (EN 81-77). Gharibaan ha commentato: "Stiamo anche preparando un nuovo standard, EN 81-42, per gli apparecchi di sollevamento con cabine chiuse e a bassa velocità". Interrogato sulle nuove norme in materia di ascensori di evacuazione, afferma che è già stata pubblicata una specifica tecnica, CEN/TS 81-76:

Abbiamo ricevuto commenti da 14 paesi non europei sulla bozza di EN 81-20 e 81-50. Questo mostra chiaramente che c'è un interesse mondiale per questi standard.

“Questa specifica si concentra sull'evacuazione delle persone disabili in edifici di media altezza mediante ascensori. In un prossimo futuro, questo potrebbe diventare uno standard europeo. L'ISO si sta concentrando sull'evacuazione dai grattacieli tramite ascensori. Quando quello standard sarà pronto, potremmo adottarlo come standard europeo”.

Molte norme esistenti fanno riferimento alle EN 81-1 e 81-2, quindi con le nuove EN 81-20 e EN 81-50 anche queste norme devono essere allineate. "Inoltre, tutti gli standard sono soggetti a revisione periodica e potrebbe essere necessario rivederli", ha previsto Gharibaan.

Consumo di energia

Gharibaan ha sottolineato che EN 81-20 e EN 81-50 sono standard di sicurezza. Tuttavia, ha osservato:

“Anche le questioni ambientali, come il consumo di energia, sono state prese in considerazione. Ad esempio, i requisiti EN 81-20 per la ventilazione del vano ascensore sono stati descritti in modo tale da consentire al progettista dell'edificio di trovare la soluzione ottimale in base all'input fornito dall'installatore dell'ascensore. Ciò sarà particolarmente utile con edifici ad alte prestazioni energetiche che forniscono [un] ambiente sicuro, riducendo al minimo la perdita di energia".

Parlando degli standard relativi al consumo energetico, ha affermato che CEN e ISO stanno lavorando insieme su questo argomento. L'ISO sta guidando il lavoro:

“È meglio avere una serie di standard globali su questo argomento fin dall'inizio. Pertanto, CEN/TC 10 e ISO/TC 178 hanno deciso di avere un progetto congiunto. Il risultato del progetto sarà pubblicato contemporaneamente come standard CEN e ISO. Lo standard relativo alla misurazione dell'energia (EN ISO 25745-1) è già pubblicato, e EN ISO 25745-2 (rispetto alla classificazione delle prestazioni di emergenza degli ascensori) e EN ISO 25745-3 (rispetto alla classificazione delle prestazioni di emergenza per le scale mobili) sono in fase di sviluppo”.

Informazioni sul CEN e sui suoi gruppi di lavoro

Fondato nel 1975 a Bruxelles, il Comitato europeo di normalizzazione (CEN) è un'organizzazione europea indipendente senza scopo di lucro. Ci sono più di 400 comitati CEN con i propri gruppi di lavoro (WG), che coprono molti diversi settori industriali. Gli unici settori non coperti dal CEN sono il settore delle telecomunicazioni e quello elettrotecnico. Il CEN sviluppa standard europei, nonché standard armonizzati a supporto delle normative europee.

CEN / TC 10

CEN/TC 10 copre un'ampia gamma di prodotti per ascensori, scale mobili e tappeti mobili. Attualmente, ci sono 12 gruppi di lavoro sotto di esso. Gharibaan ha sottolineato che gli apparecchi di sollevamento coperti da CEN/TC 10 hanno una cosa in comune: “Trasportano persone e/o viaggiano attraverso più piani fissi. Poiché ci sono rischi comuni all'interno di questi prodotti, la nostra intenzione è condividere le esperienze dei gruppi di lavoro e sfruttare appieno l'esperienza dei membri per raggiungere un alto livello di sicurezza comune a tutti gli standard che produciamo".

Utenti

I membri dei comitati CEN/TC 10 sono rappresentanti dei loro organismi nazionali di normalizzazione. Oltre all'esperienza dei membri, Gharibaan ha affermato che i membri sono anche impegnati e appassionati di codici e standard:

“I membri del nostro comitato sono molto interessati a questo argomento. . . . Altrimenti è molto difficile dare tempo e un contributo ottimale. Come membro, devi avere a che fare con molti punti di vista diversi, quindi devi avere una spinta per scambiare punti di vista e avere una mente aperta alle idee degli altri. Alla fine, dobbiamo raggiungere il consenso. Se ognuno si attiene al proprio punto di vista, sarà impossibile ottenere quel consenso. Anche il lavoro nei comitati e nei gruppi di lavoro richiede molto tempo e pazienza. Anche uno standard relativamente piccolo richiede almeno tre anni per svilupparsi”.

Bando per la partecipazione delle PMI

Gharibaan ha incoraggiato le piccole e medie imprese (PMI) a prendere in considerazione una partecipazione più attiva al lavoro di standardizzazione, affermando:

“Uno dei nostri obiettivi è coinvolgere il più possibile le PMI. Ciò non solo aiuterà a riflettere le esigenze delle PMI all'interno degli standard; la partecipazione delle PMI [porta] anche un alto livello di conoscenze tecniche e competenze ai comitati di standardizzazione e ai gruppi di lavoro”.

Sviluppi futuri negli ascensori

Considerando l'alto tasso di innovazioni nel settore degli ascensori negli ultimi anni, è molto difficile prevedere il futuro. Tuttavia, Gharibaan pensa che ci siano alcune tendenze che potrebbero dare alcune indicazioni. Ad esempio, è in aumento l'utilizzo di sistemi elettronici negli ascensori. "I sistemi elettronici si stanno sviluppando molto rapidamente e stanno diventando più piccoli e anche più economici da applicare", ha affermato. "L'uso di tali sistemi può migliorare la sicurezza, l'accessibilità, il comfort e le prestazioni degli ascensori".

L'integrazione degli ascensori nel resto dei servizi di un edificio e nei sistemi di gestione e accesso degli edifici sta diventando comune. "Quindi, un ascensore non sarà più un dispositivo autonomo", ha osservato Gharibaan. Anche la sostenibilità e l'attenzione al consumo energetico nell'intera catena di consegna degli ascensori rimarranno importanti. Ciò potrebbe non riguardare solo la produzione, la logistica e l'installazione, ma anche il modo in cui viene eseguita la manutenzione degli ascensori, ha affermato Gharibaan, rilevando "un forte impegno da parte dell'industria per migliorare l'efficienza energetica degli ascensori". Sebbene non esistano ancora normative specifiche del settore degli ascensori su questo argomento, si prevede che il futuro sviluppo normativo possa includere gli ascensori nell'ambito di tali normative come la Direttiva sui prodotti connessi all'energia. "Questa è una direttiva quadro", ha spiegato Gharibaan. “Ascensori e scale mobili, [finora], non sono inclusi nelle misure di attuazione relative a questa direttiva. Ma forse questo cambierà negli anni a venire”.

Rivista Liftinstituut

Rivista Liftinstituut

Ottieni di più Elevator World. Iscriviti alla nostra newsletter gratuita.

Ti preghiamo di inserire un indirizzo email valido.
Qualcosa è andato storto. Si prega di controllare le voci e riprovare.
Ascensore-Mondo---Fallback-Immagine

Una tendenza all'applicazione rigorosa

La Cina supera la concorrenza nei progetti

La Cina supera la concorrenza nei progetti e nella velocità degli ascensori

Un-faro-di-luce-alla-porta-della-foresta-nera

Un raggio di luce alle porte della Foresta Nera

Ascensore-Mondo---Fallback-Immagine

Vetrina aziendale

Azienda-Vetrina-HARRIS-AZIENDE-INC

AZIENDE HARRIS, INC.

Shorts-Open-Day-a-Londra

Shorts Open Day a Londra

Apertura-porte-2014

Apertura delle porte

Ascensore-Mondo---Fallback-Immagine

Tecnologia telefonica di emergenza per ascensori wireless/cellulari